Coordinated Logopedic and Lingual-Orthodontic Treatment of an Open-Bite Case

ENRICO ALBERTINI, GIANLUCA FORNI
, LUCA LOMBARDO, GIUSEPPE SICILIANI (J Clin Orthod. 2015 Jul;49(7):455-63)   Questo report mostra un trattamento ortodontico linguale combinato con la terapia logopedica. La paziente in questione aveva 14 anni, era già stata sottoposta ad un trattamento ortodontico ed ha richiesto l’allineamento dei denti mediante un dispositivo estetico. Frontalmente il viso appariva ben…

Lingual Orthodontics as an Aesthetic Resource in the Preparation of Orthodontic / Surgical Treatment

By Silvana Allegrini Kairalla; Aluísio Galiano; Luiz Renato Paranhos (Int J Orthod Milwaukee. 2014 Summer;25(2):31-5.)   In questo articolo viene presentato il caso clinico di una donna in classe II iperdivergente che lamentava un severo dolore all’articolazione temporomandibolare di entrambi i lati. La paziente era già stata sottoposta ad un trattamento ortodontico in età adolescenziale…

Correction of Lip Protrusion with Lingual Brackets and Palatal Anchorage

JANGHOON AHN, YOUNGJU PARK, RYOON-KI HONG, SOOJIN KIM (JCO/OCTOBER 2013) L’ancoraggio assoluto su miniviti riveste un ruolo importante nel trattamento della protrusione labiale, soprattutto in ortodonzia linguale; tuttavia occorre sottolineare che il posizionamento dei TADs buccalmente o lingualmente presenta alcuni svantaggi che possono essere superati scegliendo come sito di inserzione il palato. In questo articolo…

PRESURGICAL CLASS III TREATMENT USING LINGUAL APPLIANCES FOR TWO-DIMENSIONAL TOOTH MOVEMENT

Carlo Quadrelli (JCO/november 2013, volume XLVII, Number 11) Nei trattamenti ortodontici pre chirurgici è talvolta sufficiente eseguire solo dei movimenti bidimensionali dei denti anteriori. L’autore di questo case report propone in questi casi l’utilizzo delle apparecchiature linguali Idea-L che consentono di ottenere risultati veloci usando archi rotondi. Questi brackets hanno uno spessore totale di 1.4…

Lingual orthodontic treatment and absolute anchorage to correct an impacted maxillary canine in an adult

Stella Chaushu, Adrian Becker, and Gavriel Chaushu (Am J Orthod Dentofacial Orthop 2008;134: 811-9) L’uso combinato di apparecchiature linguali e miniviti può consentire la risoluzione dell’inclusione canina nell’adulto. Questa tipologia di trattamento consente di superare i due principali svantaggi del trattamento ortodontico-chirurgico dei denti impattati negli adulti: estetica e durata. In quest’articolo viene presentato il…

Antero-posterior lingual sliding retraction system for orthodontic correction of hyperdivergent Class II protrusion

Soon-Yong Kwon, Hyo-Won Ahn, Seong-Hun Kim, Young-Guk Park, Kyu-Rhim Chung, Cheol-Ho Paik and Gerald Nelson   Questo report presenta un sistema di retrazione bondato lingualmente (Kinematics of lingual Bar on Non-Paralleling Technique, KILBON) che consente un controllo verticale dei denti anteriori e posteriori, adatto per i pazienti iperdivergenti di Classe II. Il sistema KILBON è…

Protocols for Combining the Beneslider with Lingual Appliances in Class II Treatment

BENEDICT WILMES, JULIA NEUSCHULZ,  MITRA SAFFAR, BERT BRAUMANN, DIETER DRESCHER. (JCO/DECEMBER 2014) Questo articolo è un case report che propone la combinazione dell’apparecchio ortodontico linguale con il Beneslider, ovvero un dispositivo distalizzante ancorato mediante abutment intercambiabili a una o due coppie di mini impianti nel palato anteriore; se usato con i brackets linguali, il Beneslider…

Congresso AIdOr 2015

Cari Amici, Ho il piacere di informarVi che i Soci AIOL potranno iscriversi al XII Congresso Nazionale AIdOr con la quota agevolata riservata ai soci AIdOr. A questo proposito e al fine di agevolare le iscrizioni ho posposto il termine per il pagamento della quota ridotta al 28 Marzo 2015. www.aidor2015.it. Vorrei condividere con Voi alcune…

Un paziente su 5 mette l’apparecchio ortodontico a 40 anni….Ecco il perchè …

Un paziente su 5 mette l’apparecchio ortodontico a 40 anni e oltre. Si tratta soprattutto di donne, che rappresentano il 72% di chi sceglie di rimettere a posto la dentatura per motivi estetici, ma anche funzionali. Nei grandi le percentuali di malocclusioni, per esempio, sono maggiori che nell’infanzia, spiega Raoul D’Alessio, esperto di estetica facciale…

Class II malocclusion with complex problems treated with a novel combination of lingual orthodontic appliances and lingual arches

Takeshi Yanagita, Masahiro Nakamura, Noriaki Kawanabe, and Takashi Yamashiro (AMJODO July 2014  Vol 146  Issue 1)   Questo case report descrive un metodo che permette di controllare i problemi orizzontali combinando apparecchiature e archi linguali. La paziente, di 25 anni, aveva una malocclusione dentale e scheletrica di Classe II da retrusione mandibolare con un morso…